fbpx

“Per essere insostituibili bisogna essere unici”


– Coco Chanel
Instagram Feed

Call Us +39 392 35 46470

Via Sterpulino 11, Pisa

Follow Us
wedding stile country

Stile country, lo stile per chi ama le tradizioni

Differenze tra lo stile Country e lo Shabby Chic

Prima di parlare del matrimonio in stile country è opportuno cercare di capire che cosa sia questo stile.

Il country, e la sua versione più raffinata country chic, in fatto di interior design è uno degli stili attualmente più in voga.

Come sicuramente saprete, country sta per campagna e nell’arredamento è uno stile che ha un sapore un po’ romantico e un po’ vintage.

Questo stile è adatto per chi ama la campagna, le atmosfere bucoliche, tessuti stampati e tappezzerie, tanto legno e colori.

Intimo e accogliente, questo stile rende gli ambienti caldi e vissuti.

Questo stile vede il suo punto di forza nei materiali naturali come il legno massello, la pietra, le ceramiche, il ferro battuto, ed anche nei decori floreali, nelle stoffe di lino, tende per finestre con bordi rifiniti e decorati con smerli.
I colori sono solitamente neutri o caldi e mai freddi.

Quando lo stile country diventa è un po’ meno rustico, ma richiama sempre i colori caldi e la semplicità dell’arte povera, rappresentata dall’uso di materiali più pregiati, si palra di country chic.

A seconda della tipologia di stile country che si predilige, cambiano alcune caratteristiche.
Nei colori e nei materiali impiegati si ha, infatti, il country provenzale, quello classico, o la versione inglese.

Stile country inglese

Nello stile country inglese il classico bianco viene sostituito da colori caldi e scuri, privilegiando il legno, chiaro o scuro, dall’effetto vissuto o dipinto. L’importante è che sia robusto e usato soprattutto per tavoli, credenze, scaffali e librerie.

Lo scopo principale è rendere ogni angolo più accogliente e mettere gli ospiti sempre a proprio agio. Quindi, sì a fodere per divani e cuscini, sedie imbottite, qualche paralume – un classico delle case country inglesi – ed anche tende dai colori tenui a fantasia (chintz, fiori e damaschi).

L’idea è quella di ricreare un ambiente con chiari riferimenti ad un’altra epoca, come se l’arredamento nell’insieme fosse il risultato di un susseguirsi di generazioni vissute nella casa.

Sì a grandi e piccoli ritratti e cimeli di famiglia, a tanti oggettini su scaffali e mobili, a porcellane a vista in cucina. Cuscini e tessuti sono rigorosamente fatti a mano, o almeno devono lasciarlo credere nell’aspetto.
Non dimenticando lampade da terra con paralumi decorati, cassapanche e cappelliere che avrete recuperato nei mercatini vintage o nei negozi di seconda mano.

Tra tradizione e consuetudine, si può ricreare un angolo dedicato all’ora del tè apparecchiando con tazze e teiere. E puntare su mensole a vista in cucina per mostrare la vostra collezione di porcellane e contenitori di tè differenti.

Tra i vanti delle case inglesi ci sono di sicuro i libri. Tanti libri.

Non dimenticate quindi di inserire scaffali e librerie e di ricreare un piccolo e comodo angolo lettura super accogliente, meglio ancora se corredato di tomi e volumi antichi, titoli originali e dal rivestimento profumato e logoro ripescati con orgoglio dalle botteghe dei rigattieri.

Completano lo stile country inglese gli accessori: quadri, anche fatti all’uncinetto, foto alle pareti e tendaggi importanti alle finestre, oltre che morbidi cuscini e coloratissimi vasi di fiori. In questo caso è opportuno puntaresoprattutto su specie tipiche del giardino all’inglese, preferendo quindi rose, lavanda, violette e tante erbe aromatiche.
Tutto questo è la composizione ideale per conferire all’ambiente un aspetto familiare e accogliente.

Matrimonio in stile country

Compreso quindi in cosa consiste lo stile country e nello specifico il country inglese, un matrimonio a tema country sarà ad ambientazione bucolica e come location è consigliato scegliere un rustico, preferibilmente circondato da giardini con rose con aiuole di lavanda.

Ultimamente lo stile country nella sua versione chic spesso ha elementi di fusione con lo stile shabby creando mix di grande effetto.

È comunque opportuno evidenziare le differenze fra i due stili.

Stile Country vs Stile Shabby

Il termine shabby chic è stato usato per la prima volta sulla rivista Il Mondo, nel 1980, ad indicare una nuova tecnica, che da lì a poco sarebbe diventata un vero e proprio stile di interior design, che punta al recupero di mobili vecchi ed usati, rivestendoli di una nuova luce con colori che vanno dal bianco all’avorio al grigio donando una veste romantica.

Diversamente il country è invece lo stile proprio delle case di campagna, fatto di oggetti semplici, materiali naturali e cibi genuini.

I colori nei due stili sono nettamente diversi. Lo shabby chic privilegia i colori polverosi come il carta da zucchero, il color salvia, il rosa antico, il bianco sporco, mentre per il country chic troviamo il rosso ciliegia, il giallo sole, il marrone e il verde in varie tonalità.

Il legno è il materiale principale per entrambi, ma mentre nello shabby chic è coperto da vernici in colori chiari e decapato, nel country chic è naturale, grezzo o lasciato nelle sue tonalità del marrone.

Tra i tessuti, lo shabby sceglie vecchi merletti ingialliti, mentre il country preferisce tela di juta e stoffe a quadri.

I fiori nei due stili sono decisamente diversi. Nel country abbiamo girasoli, papaveri, spighe, erbe selvatiche o aromatiche, mentre i fiori shabby sono più eleganti, come rose e peonie.

Alcuni esempi di oggetti o bomboniere per lo stile country possono essere stivali e cappelli, cesti di vimini e attrezzi da campagna.

Per lo stile shabby invece gabbiette, telai da ricamo, tazze e piatti spaiati.

 

No Comments

Leave a reply