“Per essere insostituibili bisogna essere unici”


– Coco Chanel
Instagram Feed

Call Us +39 392 35 46470

Via Sterpulino 11, Pisa

Follow Us

Quando sposarsi?

Guida alla scelta delle stagioni in cui sposarsi e gli orari in cui celebrare la cerimonia

Il 70% dei matrimoni in Italia è celebrato, quando il tempo è più mite, sereno e con scarsa possibilità di precipitazioni ovvero nel periodo che va da maggio a ottobre. Tuttavia anche nel mezzo dell’estate può giungere un temporale violento o addirittura cadere grandine, per poi lasciare spazio nuovamente al sole nell’arco di tempo di poche ore. Bastano poche ore di pioggia per rovinare le decorazioni esterne, rendere la strada impossibile da percorrere per l’auto degli sposi, per non parlare di cosa può accadere in caso di cerimonia religiosa all’aperto. Questo comporta la necessità di pianificare soluzioni “parallele” di emergenza.

Proprio in considerazione di questo, se avete deciso di sposarvi, ma non sapete ancora che periodo scegliere, ogni stagione merita di essere scelta, perché ha aspetti che possono rendere unico e speciale il matrimonio vediamoli insieme.

Sposarsi in estate

Questa stagione non oppone limiti alla fantasia il bel tempo e la natura permettono di organizzare di tutto e di più. Anche per le decorazioni floreali la scelta è quasi infinita: fresie, gardenie, ortensie, orchidee, mughetti, bocche di leone.

Per evitare la calura del giorno un’idea può essere celebrare il matrimonio nel tardo pomeriggio, seguito da aperitivo e buffet: la calda luce di un tramonto donerà un’atmosfera particolarmente romantica, soprattutto se si sceglie una cerimonia celebrata all’aperto, magari in un magnifico parco secolare di un castello o di una villa d’epoca, con torce e candele un po’ ovunque.

Se, invece, il matrimonio è celebrato nel primo pomeriggio, le soluzioni sono sempre innumerevoli e chi desidera intrattenere gli ospiti in un contesto molto giovanile e informale può organizzare, perché no, anche un picnic.

Se optate per un matrimonio in spiaggia, un’idea potrebbe essere vestire la sposa con un delicato abito azzurrino che richiami il colore del mare e preparare un ricevimento a tema sempre in riva al mare, per esempio con tanti cuscini, decorazioni marine con conchiglie, oltre a candele dai profumi esotici.

Sposarsi in autunno

Sebbene la natura in questa stagione si addormenta sempre più, concede colori assolutamente caldi ed intensi: si trovano ovunque meravigliose foglie rossicce di aceri e foglie ingiallite di vite, bacche selvatiche e frutti autunnali. Tutti questi elementi ben si sposano per esempio con un’ambientazione rustica, allo stesso tempo molto calda ed accogliente.

Un’idea potrebbe essere organizzare la cerimonia in una pieve  ed il ricevimento in un agriturismo o una cascina. In questo caso la decorazione degli ambienti potrebbe essere fatta da foglie di aceri, faggi o vite canadese, foglie di quercia con ghiande o bacche di viburno.

Per il ricevimento, si possono sistemare lunghe tavolate decorate con frutti di stagione come melograni, ricci di castagne, bacche di rosa selvatica, grappoli d’uva, corbezzoli ma anche fiori, come le dalie. Ed ancora realizzare i segnaposto con delle piccole pigne ed assegnare ad ogni tavolo il nome di un albero come faggio, castagno, acero.

Sposarsi in inverno

In inverno possono essere adatte quelle location (wedding venue) che danno un senso di calore, protezione dal freddo esterno, come castelli o ville antiche, allestite all’interno con colori forti e caldi, magari in contrasto con il bianco candore della neve dell’esterno, che rende tutta l’atmosfera magica e fuori dal tempo. La sposa può vestire un abito bianco con un cache-coeur di morbidissimo cachemire a proteggerla dal freddo, un grande manicotto di pelo bianco e morbido per scaldarla. Per i piedi può essere una soluzione indossare stivali bianchi impreziositi da strass e piccoli cristalli Swarowski, richiamo questo ai cristalli di neve dell’inverno.

Come bomboniera scegliere sacchettini realizzati in lana bianca con un bordino di pelliccia, sempre bianca, oppure delle pochette, che saranno certamente riutilizzate da tutte le signore, realizzate sempre in lana bianca con un ciondolo che accompagna la chiusura della cerniera oppure decorate con strass che disegnano le iniziali degli sposi.

Anche il make-up può essere a tema invernale con ombretti water-proof, perlescenti, grigi argentati e bianchi.

Sposarsi in primavera

La primavera è’ la stagione dei fiori, quindi è impossibile non sfruttare questa opportunità, così come i fiori freschi per l’acconciatura sono irrinunciabili! D’altronde la scelta è incredibilmente ampia, vista l’infinita varietà di fiori disponibili in questo periodo: tulipani, fresie, narcisi, orchidee, margheritine, gladioli, iris, fiori di gelsomino.

Via libera a buffet all’aperto in un contesto bucolico, che permetta di creare accoglienti aree relax: cuscini, comode poltroncine, divanetti all’ombra di grandi alberi. Inoltre la bellezza della natura si presta perfettamente come sfondo per bellissime fotografie.

 

Che orari scegliere per sposarsi?

Solitamente la scelta dell’orario della cerimonia ed del conseguente ricevimento è dettata dallo stile dell’evento: 

  •  Matrimonio ultra formale e chic che si svolgono nel tardo pomeriggio o in serata (per esempio il matrimonio di Alberto di Monaco e Charlene iniziava alle 17, con la funzione religiosa finita alle 19 circa, considerando che era estate);
  • Matrimonio formali hanno un andamento simile a quello ultra formale, allargando la fascia oraria a partire da mezzogiorno;

Matrimonio informali, poco formali e mediamente formali si svolgono in qualsiasi ora della giornata.

No Comments

Leave a reply