“Per essere insostituibili bisogna essere unici”


– Coco Chanel
Instagram Feed

Call Us +39 392 35 46470

Via Sterpulino 11, Pisa

Follow Us
damigelle e paggetti

Flower girl & ring bearer

Le damigelle ed i  paggetti

Negli States le damigelle bambine (flower girl)e paggetti (ring bearer) sono solitamente figli di amiche o sorelle della sposa, mentre in Italia possono essere nipotine/i, cuginette/i oppure figli di amici, se sono piccoli, oppure amiche/ci della sposa o parenti. Possono fare da paggetti o damigelle due o più bambini, preferibilmente di numero pari, ma in ogni caso non più di otto (dodici sono presenti solo nei matrimoni principeschi), con un’età tra 4 – 8 anni. 

Il loro compito è quello di aiutare la sposa durante i preparativi alle nozze ed il giorno stesso, oltre che di aprire il corteo, in coppia se sono di numero pari. Se sono dispari, uno apre il corteo nuziale di entrata e gli altri seguono la sposa. A uno dei paggetti è affidato il cuscino su cui poggiano copie delle fedi (quelle vere sono affidate ai testimoni). Il paggetto che porta gli anelli entra in chiesa prima degli sposi, da solo o in compagnia di una damigella. La damigella cammina con in mano un bouquet di fiori o un cestino con petali di rose da seminare. Se ci sono due o più damigelle, si sistemano in coppie della stessa altezza. Se sono abbastanza grandi, possono anche seguire la sposa, reggendo lo strascico. La tradizione italiana vuole se l’abito da sposa ha lo strascico damigelle bambine.

Se la damigella non è una bambina, ma una donna (moda che ricorre anche spesso), non deve assolutamente essere più appariscente della sposa, altrimenti si corre il rischio che gli sguardi degli ospiti si focalizzino sulla “festeggiata sbagliata” tutti infatti ricordano il caso di “Pippa” Middleton durante il matrimonio reale britannico del principe William.

E’ la sposa che guida la scelta dell’abito sia per le damigelle che per i paggetti e partecipa all’acquisto. Nella scelta bisogna privilegiare soprattutto la comodità; infatti i bambini devono sentirsi a loro agio per tutto il giorno. Solitamente la sposa può decidere che gli abiti delle damigelle siano coordinati al suo. In tal caso l’abito ha un taglio classico e richiama l’abito della sposa in qualche particolare.

 

Per quanto riguarda i tessuti, d’inverno è d’obbligo il velluto scuro, in alternativa, si può scegliere il taffetas scozzese o flanelle in tinta unita, avorio o grigio perla; per la primavera e l’estate non ci sono limiti nella scelta, come cotone, mussola, quadretti di Vichy, pizzo Sangallo, seta cruda, tulle e organza.

Per i paggetti, nello scegliere l’abbigliamento più adatto, vanno bene pantaloncini corti all’inglese in vigogna o in fresco di lana grigio; invece per i più grandi pantaloni lunghi. Le camicie ideali devono essere morbide, con ampi colletti bordati.

Una volta deciso l’abbigliamento, esso deve essere uguale per tutti i paggetti, così come uguale deve essere quello per le damigelle. Per le damigelle è consentito un taglio diverso, ma devono avere lo stesso colore. Gli abiti devono essere a tinta unita con nuances che spaziano dai colori confetto al blu elettrico, passando per il bordeaux fino al bianco e nero. Solitamente si tratta di vestiti che arrivano al ginocchio, con gonna vaporosa, in organza, tulle, raso e seta. I paggetti sono dei piccoli uomini, non è raro quindi vestirli con cravatta farfallino oppure papillon.

 

Le scarpe devono assolutamente essere comode. E’ meglio che vengano utilizzate in casa qualche giorno prima del matrimonio, per abituare i piedini. Per le bambine vanno bene le bebè, con cinturino sottile. I colori sono quelli tradizionali: bianco, avorio, nero. Con un abito a tutù si possono scegliere le scarpine da ballerina in tinte pastello. Per i maschi, è meglio andare sul classico: scarpe inglesi stringate color cognac o nere. Per finire, è tradizione far indossare a damigelle e paggetti coroncine di fiori.

Come vuole la moda americana, i dettagli delle damigelle e dei paggetti devono essere in coordinato con le cravatte dei testimoni, gli allestimenti floreali, il tovagliato e i fiocchi dei copri sedia. Generalmente anche alle damigelle viene consegnato un bouquet simile a quello della sposa ma di dimensioni più ridotte e meno importante, oppure indossano i bracciali da polso(inserire il link articolo interno che scrissi un po’ di tempo fa) di grande effetto estetico.

Una volta arrivati sull’altare, paggetti e damigelle possono prendere posto di fianco ai testimoni oppure sedersi sulle panche con i genitori.

A fine ricevimento, dovranno aiutare la sposa a distribuire le bomboniere.

No Comments

Leave a reply